Ricerca per:
UE: varato il piano d’azione per l’economia sociale

Si affianca alle numerose pianificazioni varate in questo periodo dall’Unione, ma non riveste minore importanza. A due anni dal Green deal, La commissione europea adotta un nuovo piano d’azione sull’economia sociale . 

Il documento

Lo scorso 9 dicembre la Commissione Europea ha varato una nuova pianificazione, avente ad oggetto l’economia sociale.

L’obiettivo è quello di delineare, per tramite del documento, misure concrete utili a contribuire a mobilitare il pieno potenziale dell’economia sociale, basandosi sui risultati dell’iniziativa per le imprese sociali del 2011 e dell’iniziativa per l’avvio e il potenziamento del 2016.

Il quadro delineato dalla Commissione

La Commissione evidenzia come, nonostante i progressi compiuti nell’ambito delle precedenti iniziative:

  • i bisogni persistono in diversi settori.
  • la pandemia di Covid-19 ha reso ancora più forte di prima l’esigenza di un passaggio a un modello economico equo, sostenibile e resiliente.

Gli aspetti chiave della pianificazione

Il miglioramento delle giuste condizioni quadro per l’economia sociale in tutta Europa, compreso il miglioramento della visibilità, del riconoscimento e dell’accesso alla finanza e ai mercati, sono aspetti chiave del piano d’azione.

Gli obiettivi del piano

Diversi sono gli obiettivi perseguiti: 

  • potenziare gli investimenti sociali;
  • sostenere gli attori dell’economia sociale e le imprese sociali nell’avvio, espansione, innovazione e creazione di posti di lavoro. 

La strategia

Tali obiettivi dovranno essere perseguiti realizzando una serie di iniziative nelle seguenti aree:

  • creare le giuste condizioni quadro per il prosperare dell’economia sociale
  • apertura di opportunità e sostegno allo sviluppo delle capacità
  • rafforzare il riconoscimento dell’economia sociale e del suo potenziale

Le azioni

Il piano d’azione annuncia una serie di azioni chiave a sostegno dell’economia sociale, ad esempio:

  • una raccomandazione del Consiglio sullo sviluppo delle condizioni quadro dell’economia sociale
  • un nuovo portale dell’economia sociale dell’UE per fornire un chiaro punto di ingresso per le parti interessate dell’economia sociale, altri attori pertinenti e individui che cercano informazioni sui finanziamenti, le politiche e le iniziative pertinenti dell’UE;
  • un nuovo Centro Europeo di Competenza per l’Innovazione Sociale.

L’accesso ai finanziamenti è stato evidenziato come una sfida per le organizzazioni dell’economia sociale e rimane ancora una sfida da vincere. 

Il miglioramento dell’accesso ai finanziamenti  è pertanto un’area di lavoro importante nell’ambito del piano d’azione per l’economia sociale.

La pubblicazione del piano d’azione è stata preceduta da un ampio dialogo con i cittadini e le parti interessate. 

Inoltre, la Commissione ha costruito la base di prove per l’iniziativa attraverso diversi studi, come lo Studio sull’impatto dell’SBI e le sue azioni di follow-up ed esercizi di mappatura.

Il piano d’azione viene accompagnato da due documenti di lavoro del personale:

Il piano d’azione presenta anche opportunità di finanziamento  disponibili per sostenere l’economia sociale.

Advertising

Book

Disponibile on-line, su Amazon on-line shop, il secondo volume de “L’economia circolare dispiegata”, “La gestione dei rifiuti: per Aziende, Cittadini, Enti pubblici”, dedicato a chi vuole approfondire i temi dell’economia ambientale, della gestione dei rifiuti e della relativa disciplina tariffaria, sotto un profilo economico, legislativo e tributario.

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali IIa Edizione. Cosa cambia con il “Semplificazioni bis” (DL n. 77/2021/)”.

Per comprare il Volume

Cliccare qui.

Advertising

Book

Le “Procedure Ambientali” costituisce il primo volume della nuova collana dal titolo “L’Economia circolare dispiegata”, il visibile filo rosso che lega assieme le diverse monografie che la compongono, ciascuna delle quali è stata sviluppata con l’obiettivo di evidenziare i principi cui dovrebbero essere ispirati i modi di operare di cittadini, imprese, e pubbliche amministrazioni chiamati ad implementarli, i quali possono rendere, se correttamente attuati, “circolare” il nostro sistema economico. Per acquistare la tua copia, clicca qui!