Ricerca per:
Stefano Sassone: la transizione ecologica va accompagnata da quadro normativo certo

Con un intervento alla XIII Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica degli Amici della Terra., Stefano Sassone ha sottolineato l’esigenza di realizzare un quadro normativo certo, che passi per un efficace quadro normativo, in grado di supportarla, e menzionando l’esempio del biometano da FORSU come strumento di valorizzazione energetica e di recupero dei rifiuti.

Le dichiarazioni

Per consentire una nuova vita al rifiuto e trasformarla in materia prima seconda, occorre come in ogni mercato e settore merceologico che si rispetti, una certezza del quadro normativo, e nel caso in esame questa viene data dalla predisposizione di opportuni regolamenti di natura sussidiaria, da parte del dicastero competente realizzazione, nel nostro caso il neonato Ministero della transizione ecologica.

Occorre sottolineare in tal senso come il MITE si stia adoperando alacremente per poter raggiungere l’obiettivo di dotare il nostro paese del maggior numero di regolamenti end of waste possibile, impresa abbastanza complessa, in relazione alla peculiarità di ciascun flusso di rifiuti oggetto della normazione.

La scarsità della produzione normativa, in relazione alla enorme mole di rifiuti che possono essere potenzialmente suscettibili di regolamentazione (si pensi che l’elenco europeo dei rifiuti ne contiene circa 800, ed esso non rappresenta neanche una famiglia esaustiva della possibile platea della produzione possibile), è anche legata ai numerosi passaggi per realizzarli.

E sul tema dell’efficienza energetica, uno in particolare, che consentirebbe il recupero come energia dalla frazione secca dei rifiuti raccolti, segnatamente il CCS-C, segna il passo con i tempi, limitando di fatto, i possibili utilizzatori del materiale recuperato, e quindi compromettendo la possibilità di essere utile alla causa della produzione di energia da fonti rinnovabili.

In ambito urbano, per quanto attiene la produzione dei rifiuti, le evidenze ci dicono che la maggiore produzione viene costituita dalla componente biodegradabile.

Si rende necessario, al fine di evitare un appesantimento delle strutture per lo smaltimento, una loro valorizzazione che, come noto qualora si tratti di FORSU, ovvero della componente, solida e biodegradabile, dei rifiuti raccolti in ambito urbano, tale operazione può avvenire mediante un recupero come materia, ed anche come energia, sottoponendola, in quest’ultimo caso, a processi di digestione in assenza di ossigeno, che consentono la produzione di biometano.https://www.ambiens.org/2021/11/30/stefano-sassone-la-transizione-ecologica-va-accompagnata-da-quadro-normativo-certo/

Media

Per l’intervista pre-conferenza: https://www.youtube.com/watch?v=kkmA-kRhURg

Per l’intervento durante la conferenza (da 2h52m): https://www.youtube.com/watch?v=MM9T_ToPL7M

Advertising

Book

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali IIa Edizione. Cosa cambia con il “Semplificazioni bis” (DL n. 77/2021/)”.

Le “Procedure Ambientali” costituisce il primo volume della nuova collana dal titolo “L’Economia circolare dispiegata”, il visibile filo rosso che lega assieme le diverse monografie che la compongono, ciascuna delle quali è stata sviluppata con l’obiettivo di evidenziare i principi cui dovrebbero essere ispirati i modi di operare di cittadini, imprese, e pubbliche amministrazioni chiamati ad implementarli, i quali possono rendere, se correttamente attuati, “circolare” il nostro sistema economico. Per acquistare la tua copia, clicca qui!

 
 

Formazione

Eroghiamo corsi da remoto sui temi dei rifiuti e delle bonifiche.

Chiedi informazione sui corsi:

  • scrivi su Whatsapp oppure chiama il : + 39 334 27 12 424
  • scrivi a: relazioniesterne@stefanosassone.it. oppure a relazioniesterne@ambiens.org
Facciamo i conti con la transizione: torna in presenza la XIII Conferenza nazionale per l’efficienza energetica presso Palazzo Rospigliosi

Si tiene oggi l’analisi degli Amici della Terra che ripropone la chiave dell’efficienza energetica per conseguire una riduzione graduale, ma certa e progressiva, delle emissioni climalteranti in Italia e in tutto il mondo, basata su un’ampia gamma di soluzioni disponibili e sul trasferimento di tecnologie. Affronteremo questi temi anche alla luce degli esiti del G20 e della Cop26. La Conferenza si propone inoltre di discutere obiettivi, tempi e strumenti del Green Deal europeo che, con il programma di attuazione Fit For 55, ha già mostrato evidenti contraddizioni e inadeguatezze. Per Confindustria Cisambiente, interviene Stefano Sassone, Direttore Area Tecnica.

Tema e struttura del Convegno

Nella prima sessione, martedì 23 novembre, le aziende, gli operatori, e le istituzioni del mondo dell’energia saranno sollecitati a presentare i propri risultati e le proprie attività basate sull’efficienza energetica, quali l’integrazione dei sistemi energetici con il recupero di ogni fonte di calore dispersa, lo sviluppo di infrastrutture che facilitino l’economia circolare, un rafforzato utilizzo dei certificati bianchi per stimolare l’innovazione nell’industria, la pianificazione dell’utilizzo dei combustibili alternativi per il settore dei trasporti, gli interventi per l’efficientamento, la messa in sicurezza e la riqualificazione degli edifici.

Invece, la seconda sessione, martedì 23 novembre pomeriggio, si soffermerà sui costi sociali, ambientali ed economici degli scenari di transizione analizzando criticamente i propositi e la stessa realizzabilità di una decarbonizzazione basata esclusivamente su rinnovabili elettriche e politiche di elettrificazione parziali e velleitarie.

La terza sessione, mercoledì 24 novembre, presenterà uno studio sull’efficacia delle politiche di incentivazione delle pompe di calore.

La quarta sessione, mercoledì 24 novembre pomeriggio, sarà dedicata al tema dell’attuazione del Global Methane Pledge che si è affermato come uno dei principali risultati della Cop26. L’Italia deve svolgere un ruolo di capofila a livello europeo su questo terreno a partire dal documento di indirizzi per una “Strategia italiana per la riduzione delle emissioni di metano della filiera del gas naturale”.

Politici ed esperti, rappresentanti delle istituzioni europee e del Governo sono invitati a partecipare alla

discussione.

Per il programma

Cliccare qui

Per seguire i lavori della conferenza

E’ possibile seguire i lavori della conferenza in diretta dal canale youtube di Amici della Terra.

  • 23/11/2021 – ore 09.30 – Priorità per la transizione: proposte, attività e opportunità per una decarbonizzazione efficace  
    https://youtu.be/MM9T_ToPL7M
  • 23/11/2021 – ore 14.30 – Costi sociali, ambientali ed economici della transizione: Le contraddizioni delle politiche basate sul catastrofismo 
    https://youtu.be/kXLEE-DQlyw
  • 24/11/2021 – ore 09.30 – Per una elettrificazione utile e razionale:Le opportunità offerte da una progressiva elettrificazione dei consumi 
    https://youtu.be/B8WAEBuduh0
  • 24/11/2021 – ore 14.30 – Il ruolo dell’Italia per il Global Methane Pledge: La riduzione delle emissioni di metano nelle politiche di decarbonizzazione dopo la COP 26 
    https://youtu.be/-d8nu_IUrOs

Clicca sul link delle sessioni a cui sei interessato e poi sul tasto.

Le buone pratiche per il riuso, riduzione e riciclo, Mercoledì 24 Novembre 2021, ore 12.30

Confindustria Cisambiente organizza un convegno nell’ambito della Settimana Europea della Riduzione die rifiuti, per mostrare il proprio impegno, ma soprattutto le buone pratiche in termini di riuso, riduzione e riciclo dei rifiuti messe in campo dalle proprie Aziende. Modera l’evento Stefano Sassone.

Che cosè la settimana europea per la riduzione dei rifiuti

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) è un’iniziativa volta a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti nel corso di una sola settimana nel mese di novembre.

La SERR consiste in una elaborata campagna di comunicazione ambientale che intende promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente. L’accento è quindi sulla prevenzione dei rifiuti e ogni azione della  Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti mostra come ogni attore della società – compresi i singoli cittadini – possa, in modo creativo, contribuire a ridurre i rifiuti in prima persona e a comunicare questo messaggio d’azione agli altri.

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, i consumatori e tutti gli altri stakeholder circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle recenti disposizioni normative (direttiva quadro sui rifiuti, 2008/98/CE).

Confindustria Cisambiente

Confindustria Cisambiente è l’associazione del settore Ambiente ed Ecologia (che interessa e comprende anche il variegato mondo dei sottoprodotti e dell’energia rinnovabile proveniente da rifiuto e delle bonifiche) che è stata costituita nel 2016 all’interno di Confindustria.

La costola verde degli industriali italiani oggi può vantare, a meno di tre anni di vita, oltre 600 iscritti, un fatturato complessivo di oltre 15 miliardi di euro e 40 mila dipendenti.

Le Aziende che compongo il panorama associativo di Confindustria Cisambiente sono distribuite equamente nel territorio nazionale – isole comprese – e caratterizzano in modo altamente positivo l’intera filiera dell’Economia Circolare: dalla raccolta del rifiuto, al suo recupero di smistamento, al suo riciclo e smaltimento fino ad arrivare alla produzione di energia e di nuove materie prima da riutilizzare reinserendole nel circuito produttivo.

L’Associazione Cisambiente è saldamente legata alle Istituzioni di settore, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (del quale può vantare i patrocini alle iniziative), esprime con il Comitato di Presidenza, con i Consiglieri Generali, il Direttore Generale e lo staff, un altissimo livello di professionalità che si muove attivamente nella Penisola attivando tutti quei circuiti e sensori che compongono il cuore dell’Economia Circolare, arrivando ad istruire le nuove generazioni con Progetto Formativi che vanno dalle scuole dell’obbligo fino all’Università.

I motivi alla base della partecipazione

Con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) si pone l’accento sul comportamento di ogni singolo attore sullo scenario e come ciascuno possa, in modo creativo, contribuire a ridurre il proprio impatto con azioni quotidiane: Confindustria Cisambiente partecipa in quanto rappresenta uno degli attori principali sullo scenario dell’economia circolare, la quale si declina anche con azioni volte a sensibilizzare i soggetti coinvolti per renderli partecipi e perno essenziale attraverso il quale realizzare concretamente i principi della green economy.

Per la locandina dell’Evento. 

RIFIUTI E BUONE PRATICHE RIUSO RIDUZIONE E RICICLO I 24 novembre 2021 ore 12.30

La strategia per l’economia circolare: il punto di vista di Confindustria Cisambiente

Il tema

Nel 2017 è stato pubblicato, a seguito di ampia consultazione, il documento “Verso un modello di economia circolare per l’Italia. Documento di inquadramento e di posizionamento strategico” con l’obiettivo di fornire un inquadramento generale dell’economia circolare. A partire da questa annualità, il contesto di riferimento è mutato: è ormai evidente l’urgenza di intervenire per ridurre le emissioni e di contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici. A supporto della nuova “Strategia nazionale per l’economia circolare”, incentrata su ecoprogettazione ed ecoefficienza, si intende definire i nuovi strumenti amministrativi e fiscali per potenziare il mercato delle materie prime seconde, la responsabilità estesa del produttore e del consumatore, la diffusione di pratiche di condivisione e di “prodotto come servizio”, supportare il raggiungimento degli obiettivi di neutralità climatica. Il coinvolgimento degli Stakeholder viene finalizzato a stabilire una roadmap di azioni e di target misurabili di qui al 2040.

Gli interventi

Ne parlano:

  • Alessandro Della Valle, Confindustria Cisambiente: Introduzione e responsabilità estesa del produttore 
  • Francesca Catenacci, Italspurghi: Il nuovo sistema informatico di tracciabilità RENTRI
  • Commissariato Straordinario per le Bonifiche*: la prevenzione degli illeciti con il monitoraggio del ciclo di vita
  • Elisabetta Bottazzoli, Assobioplastiche: gli acquisti verdi della PPAA
  • Antonio Foresti, Jcoplastic: Green public procurement e servizi di raccolta
  • Carlo Lusi, Sumus Italia: gli strumenti di incentivazione fiscale per il rici
  • Flavio Raimondo, Green Up: il progetto Matemorfosi e l’end of waste
  • Catanzaro Costruzioni: la riforma dell’ecotassazione e la regolamentazione tariffaria
  • Marcello Rosetti, Formula Ambiente: Promozione del diritto al riuso e alla riparazione;
  • Giovanna Ceparelli, Assessore all’Ambiente, Comune di Livorno: la raccolta da superfici pubbliche ed il recepimento del circular economy package

Modera: Stefano Sassone, Confindustria Cisambiente

Quando e dove

Giovedì 28 ottobre 2021, ore 10.30, Sala Noce – Ecomondo 2021

I veri amici sono loro

Mercoledì 14 Aprile 2021 si terrà, presso la Sala Pininfarina di Confindustria, l’evento “I veri amici sono loro”, dalle ore 16.30 in collegamento streaming, L’appuntamento verrà dedicato al rapporto con gli animali domestici, la loro cura ed i gesti utili a migliorare la nostra interazione con loro. Focus sull’economia circolare degli imballaggi per il pet food, a cura di Stefano Sassone.

Il Tema

Fra gli interventi, si segnala la presentazione del progetto scientifico eseguito presso l’Istituto Europeo Oncologico in collaborazione con l’Università di Milano (Unità Veterinaria) realizzato mediante una donazione della Cariplo il progetto “Se ti fiuto ti aiuto”, con il Dott. Gasparri, che permette il loro addestramento e successiva validazione scientifica del loro talento. Questo progetto ha avuto un impatto decisivo per il programma di Ricerca per la Diagnosi Precoce del cancro del Polmone che viene attuato presso il loro istituto.

Con la Prof.ssa Albertini si farà una vera e propria dimostrazione con i cagnolini, ed interverranno le Unità Cinofile Antiveleno dell’Arma dei Carabinieri e il Comando Carabinieri per la Tutela della Biodiversità e dei Parchi.

Da ultimo, con il Dott. Capellino, verrà presentato il progetto “Companion Animal for Life”, fra quelli recentemente realizzati dalla Fondazione Capellino. Si tratta di un un progetto di scala comunitaria che mira a dare ai cani e ai gatti che vivono con gli umani una loro citizenship definitiva, stabile e fatta rispettare dalla legge.+

L’intervento di Stefano Sassone

Il focus realizzato dal Direttore dell’Area Tecnica di Confindustria Cisambiente, Stefano Sassone, sarà dedicato all’economia circolare del pet food packaging.

Il programma

Apertura dei lavori

Marcello Rosetti – Presidente Confindustria Cisambiente

Introduzione e conduzione

Dott.ssa Lucia Leonessi – Direttore Generale Confindustria Cisambiente –

Interventi

Dott.ssa Donatella Bianchi – Presidente WWF Italia
Dott. Roberto Gasparri – Chirurgia toracica IEO – “Se ti fiuto ti aiuto”
Prof.ssa Mariangela Albertini – in collegamento dal Dipartimento Medicina Veterinaria Università di Milano
On. Michela Vittoria Brambilla – Presidente Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente
Ten. Col. Giancarlo Papitto – Unità Cinofile Antiveleno Arma dei Carabinieri
Dott. Massimo Vacchetta – Centro Recupero Ricci La Ninna
Dott. Pier Giovanni Capellino – Presidente Fondazione Capellino

Focus

Dott. Stefano Sassone, Direttore Area Tecnica, Confindustria Cisambiente

Reati e Tutele

Sen. Luca Briziarelli – Vicepresidente Commissione Ecoreati

Conclusioni

On. Vannia Gava – Sottosegretario Ministero Ambiente e Transizione Ecologica

Question time

Il Question Time sarà a cura del Gruppo Giovani Imprenditori Ambiente (Gruppo GIA)

Per informazioni e registrazione

Registrati all’evento info@confindustriacisambiente.it – 06 5903247

Per assistere all’evento

Puoi collegarti cliccando qui

Advertising

Book

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali”, dopo gli effetti del DL Semplificazioni del Luglio 2020. Per acquistare la tua copia, clicca qui!

Formazione

Eroghiamo corsi da remoto sui temi dei rifiuti e delle bonifiche.

Chiedi informazione sui corsi:

  • scrivi su Whatsapp oppure chiama il : + 39 328 767 0207
  • scrivi a: relazioniesterne@stefanosassone.it .